Home Account Forums Downloads Web Links
  Login or Registrare
Menu
Home Menu :
 Home Page
  Cerca
  Contattaci

Help Contenuti :
 Storia
 Manutenzione
 Tecniche di guida
 Dotazioni e Modifiche
 Guide e vademecum
 Schemi-Esplosi
 Recensioni

 Servizi:
 Galleria
 Mercatino
 Enciclopedia
 FAQ

Community Community :
 Forums
 Sondaggi
 Guest Book
 Messaggi Privati

Links Web Links
Select 

Download Downloads
Select 
Members Membri :
  Lista Utenti
  Profilo Utente
Poll Statistiche :
  Statistiche Sito
  Top 10

General Menu Generale :
 Aggiungi ai preferiti
 Contatta il webmaster
Time 02:29:40
Data : 16-12-2017
GMT : +0100

Search
 Cerca nel sito :


Search
 Cerca fuori :




TimeTimeTimeTimeTimeTimeTimeTime
pagine viste dal 23 Gennaio 2003

Url Linkaci : samurai4x4.org - Samurai, fuoristrada, SJ410, SJ413, Suzuki


Meteo

Previsioni Italia
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Città

Guida per i principianti che si accingono ad acquistare un suzukino. (Capitolo 1)





Capitolo 1

?

I vari modelli: differenze tra SJ, Samurai, Santana..

Nel 1982 nasce una nuova vettura in casa Suzuki. Nessuno sa ancora che una pagina della storia dell?automobilismo sta per essere scritta. Questa pagina di storia ? il Suzuki SJ o Samurai, il piccolo 4x4 che ha permesso un po? a tutti di accedere al mondo dei fuoristrada negli anni ottanta! Data la bont? del progetto e della costruzione si trovano tutt?ora in circolazione i primi mezzi commercializzati in Italia, a cavallo dell?anno 1983/1984. Lo scopo di questo capitolo ? descrivere le principali differenze tra i vari modelli ed allestimenti.

Il primo tipo di ?suzukino? venne chiamato ?SJ? (Suzuki Jeep), in particolare SJ410 identifica la motorizzazione di 970 cc, mentre SJ 413 identifica la motorizzazione di 1324 cc. Dopo il 1990 l?SJ lascia il posto al Samurai che ne ? l?evoluzione. Se ci si imbatte in un SJ500 nella maggior parte dei casi si tratta di un 1300 cc costruito in Giappone, perci? potrebbe essere sia un Samurai che un SJ413.

E Santana, cos??? Un modello particolare? Un allestimento? Nulla di questo! La Santana Motors ? una fabbrica spagnola dove venivano assemblati su licenza Suzuki i modelli SJ e Samurai. Le vetture prodotte in questo stabilimento erano quindi marcate Suzuki Santana.

Perci? i suzukini erano fabbricati sia in Spagna che in Giappone, vedremo in seguito come distinguerli e che differenze ci sono tra le due produzioni. Infatti la Suzuki dovette studiare un escamotage per poter far fronte all?esplosione di richieste per questo piccolo fuoristrada. Le auto giapponesi erano contingentate, perci? producendole in un paese europeo questi risultavano dei prodotti europei e non pi? giapponesi, semplice!

Veniamo alle principali caratteristiche a confronto tra SJ e Samurai, indipendentemente dal paese di produzione:

-Gli SJ sono stati prodotti commercializzati dal 1982 al 1988/1989. I Samurai dal 1989 al 2003. Gli anni variano da nazione a nazione, ? quindi possibile trovare modelli importati parallelamente che siano stati prodotti in annate diverse da quelle segnalate.

-nei Samurai la carreggiata ? pi? larga di 10 cm, perci? i Samurai hanno maggiore stabilit? degli SJ.

-i Samurai hanno a libretto le gomme di misura 205/70-15; gli SJ invece hanno le 195/80-15, che sono pi? strette ma pi? alte, caratteristica che regala agli SJ un?altezza minima da terra superiore ai Samurai.

-gli SJ hanno il freno di stazionamento sulla trasmissione, mentre i Samurai l?hanno sulle ruote posteriori.

-gli SJ410 hanno rapporti pi? corti rispetto a SJ413 e Samurai.

- i primi SJ410 erano 4 marce, poi sono stati prodotti solo 5 marce. Gli SJ413 e Samurai esistono solo 5 marce.

-i primi SJ410 non hanno il servofreno e la barra stabilizzatrice sul ponte anteriore

-alcuni SJ410/SJ413 hanno balestre mono foglio. I Samurai hanno tutti pi? fogli per ogni balestra

-sul Samurai, nei primi anni 90 ? stata introdotta l?iniezione elettronica singlepoint al posto del carburatore. I modelli ad iniezione si riconoscono perch? la cilindrata ? passata dal 1324 cc a 1298 cc.

-sono stati prodotti anche dei Samurai motorizzati col propulsore da 970 cc, in pochi esemplari per?.

-I Samurai ad iniezione sono di norma catalizzati. Alcuni modelli pi? vecchi, SJ compresi, provenienti da USA o Canada o Germania possono essere comunque catalitici anche se a carburatore.

-la plancia ? stata ridisegnata completamente da Samurai ad SJ. I primi SJ410 non avevano il contagiri.

-gli SJ hanno le frecce laterali sui parafanghi, avanzate verso il paraurti; sono invece arretrate verso la portiera nei Samurai.

-i Samurai hanno parafanghini maggiorati e cantonali in plastica sui paraurti, per ?racchiudere? la carreggiata maggiore.

-sulla seconda serie del Samurai (dal 1992 al 1997) ? stato cambiato il disegno della calandra e la panchetta posteriore ha lasciato il posto a 2 piccoli sedili sdoppiati

-sulla terza serie del Samurai ? stato rivisto ancora il design della plancia, cambiata la calandra, sostituiti i paraurti in metallo con quelli in materiale plastico verniciato, aggiunto il servosterzo ed ? stata introdotta la motorizzazione TD, che impiega un motore 1900 cc della Peugeot, seguita poi da un 1900 aspirato della Renault.

Suzuki Santana: come detto in precedenza la Santana Motor assemblava i Suzuki, utilizzando in parte componentistica di produzione europea ed in parte materiale proveniente dalla casa madre.

Come prima cosa impariamo a distinguerli. E? facilissimo:

-i modelli costruiti in Giappone hanno il numero di telaio che inizia con ?JSA?.

-i modelli costruiti in Spagna hanno il telaio che inizia con ?VSE?.

Le uniche differenze riguardano alcuni componenti tipo alternatore, motorino avviamento, impianto elettrico, qualcosa a livello interni e carrozzeria e catena cinematica.

I motori sono perfettamente uguali e venivano spediti in Spagna privi degli accessori, che venivano installati successivamente quindi erano di produzione europea. Come impianto elettrico ci sono diverse modifiche, come la scatola fusibili e cablaggi vari. Meccanicamente ci sono differenze sulle balestre che sono pi? sottili e con meno fogli sui Santana, le pinze freni e cilindretti/ganasce posteriori sono differenti, il radiatore ha il coperchio in plastica sui Santana ed in ferro sui modelli giapponesi. Alcuni modelli giapponesi hanno le crociere ingrassabili e comunque le crociere giapponesi sono pi? longeve di quelle spagnole.

Perci? globalmente i modelli giapponesi sono caratterizzati da una qualit? di materiali e da una cura di assemblaggio superiori ai modelli spagnoli. Questo conferisce una maggior robustezza e una maggior affidabilit? ai modelli giapponesi, sebbene non significhi che i modelli spagnoli non siano adatti all?utilizzo nel fuoristrada anche impegnativo.

Gli appassionati di fuoristrada preferiscono i modelli giapponesi, perci? le quotazioni dell?usato di questi mezzi sono leggermente superiori, a parit? di anno e condizioni, rispetto alle vetture prodotte in Spagna.

E? d?obbligo una precisazione: le caratteristiche appena elencate non hanno valore ?assoluto?. Del Suzuki SJ e Samurai ne esistono tantissime varianti, tanto che ? veramente difficile trovare 2 mezzi identici. Inoltre quasi tutte le parti si possono smontare e montare tra i vari allestimenti ed in mezzi ventennali ? facile che qualche proprietario abbia apportato delle modifiche. E? quindi probabile imbattersi in mezzi ibridi rispetto a quanto descritto in questa parte della guida.



Copyright © by samurai4x4.org - Samurai, fuoristrada, SJ410, SJ413, Suzuki
Tutti i diritti riservati.

Autore: - Pubblicato il: 2007-01-24 (57960 letture)

[ Indietro ]
Opzioni

Pagina Stampabile Esporta in PDF Invia ad un Amico
Content ©

Webmaster : Armando Alderotti - 2003-2012
armando@samurai4x4.org



Disipal Designs

PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Page Generation in 0.095 Seconds